2018 TRA VECCHIO E NUOVO

Come ogni anno a fine dicembre scorso, il senato ha approvato la legge di bilancio per l’anno attualmente in corso. Come sempre il capitolo “Casa” è corposo, le novità fiscali non sono tante ma sono state prorogate importanti agevolazioni che erano in scadenza .  

Non essendo ne un fiscalista ne un tecnico non mi addentro troppo nella materia ma ne faccio, per ora, solo un breve accenno.

Riguardo alla legge di bilancio 2018, in questo articolo si parla di :

  • Eco-bonus
  • Bonus ristrutturazione 50%
  • Sisma-bonus
  • Bonus mobili
  • Bonus verde
  • Cessione del credito
  • Fondo affitti
  • Varie
 Eco-bonus

Uno dei capitoli più discussi di questa finanziaria, rimaneggiato più volte e ora suddiviso in due capitoli di aliquota differenziata ( 50 e 65%) in base alla reale riduzione di impatto ambientale ( ad esempio le caldaie di classe inferiore alla A non godranno più dei benefici fiscali) Questa detrazione è prorogata per le singole unità abitative fino al 31/12/2018 mentre per i complessi condominiali fino al 2021. Anche il tetto massimo di spesa deducibile varia a seconda del tipo di riqualificazione energetica che si effettua, ma di questo ne parleremo in modo più approfondito nei prossimi mesi quando avremo le linee guida anche dall’agenzia delle entrate. L’eco-bonus rimane detraibile in 10 anni

Bonus ristrutturazione

È una vita che c’è, passato dal 41 al 36 poi assestato al 50% il bonus ristrutturazione è stato approvato per tutto il 2018 al 50% con tetto di detrazione su 96 mila euro, ma dal 1 gennaio 2019 tornerà all’origine con una detrazione del 36% su un ammontare di 48 mila euro. Detraibili in 10 anni

Sisma-bonus

Sono state approvate fino alla fine del 2021 le detrazioni riguardanti gli adeguamenti antisismici. Le aliquote di detrazione variano dal 50% all’ 85% a seconda dei casi. L’ammontare massimo è di 96 mila euro comprese le spese tecniche.

Bonus mobili 

Prorogato di un altro anno. Possono beneficiare della detrazione del 50% coloro che acquistano mobili e/o elettrodomestici in classe A+ solo se acquistati a seguito di ristrutturazione di immobile, per un massimo di 10 mila euro spalmati in 10 anni.

Bonus verde (novità)

Sono anni che se ne parla e finalmente è arrivato. Il bonus verde comprende la sistemazione di balconi, terrazzi e giardini, recinzioni e realizzazione di impianti di irrigazione e pozzi. La detrazione ammonta al 36% per un massimo di 5 mila euro compreso la progettazione e la manutenzione ma sarà in vigore per il solo 2018.

Cessione del credito (novità)

La finanziaria 2018 ha introdotto la possibilità di cedere parte del credito direttamente alla ditta che ha eseguito i lavori, ovvero anziché pagare l’intero importo dei lavori e recuperare le detrazioni in dichiarazione dei redditi si potrà scontare una parte lasciando il recupero fiscale alla ditta che ha eseguito i lavori.

Questo punto non è del tutto chiaro, occorre aspettare nuovi chiarimenti prima di poterlo mettere in pratica. ( appena ho notizie vi aggiornerò in merito)

Fondo per gli affitti:

Meglio conosciuto come contributo affitto, con la finanziaria 2018 sono stati stanziati 20 milioni di euro in due anni per un fondo che garantisce contribuiti integrativi per l’affitto a favore delle fasce più povere.

Altre novità

Da quest’anno diventano deducibili al 19% le assicurazioni sulla casa a copertura di rischio da calamità naturali.

Le detrazioni del 65% vengono ampliate anche alle strutture alberghiere e alle strutture termali  fino ad un massimo di 200 mila euro.

Infine sono stati stanziati 10 milioni di euro per l’abbattimento di edifici abusivi.

Conclusioni

Anche per oggi è tutto, spero che l’argomento sia stato di vostro interesse. da giovedì si torna a parlare di compravendita e vi ricordo che ogni lunedì si parla di locazioni.

Per contattarmi cliccate qui oppure lasciate un messaggio qui sotto.

Potrebbe interessarvi previsioni mercato immobiare

Barbara Togni

in questo blog unisco due passioni, il mio passato da agente immobiliare, che oltre ad essere una professione per me era “passione pura”, con quella per la scrittura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.