VILLA PASSERI GIA' VILLA PIETRO FACCANONI

Villa Passeri è una delle ville in stile Liberty di Sarnico. Sebbene in numero ridotto rispetto agli altri laghi del nord Italia, anche sul lago di Iseo, in particolar modo nella zona di Sarnico, vi sono alcune dimore storiche. Una di queste è appunto la villa Passeri.

Un po’ di storia

Villa Passeri, è la prima costruzione liberty costruita a Sarnico, posta a ridosso del parco pubblico e affacciata sulla sponda bergamasca del lago di Iseo.

L’allora proprietario Pietro Faccanoni, da cui prende il nome originale, nel 1907 incaricó l’architetto Sommaruga, di realizzare una villa in stile liberty da una vecchia Filanda.

Pietro Faccanoni visse nella villa con la moglie fino alla sua morte nel 1943.

Alcuni anni dopo la sua dipartita, nel 1954 la casa fu acquistata da Luigi Passeri, attuale proprietario, che ancora abita nella villa.

Gli esterni

Sommaruga lavorò solo in parte sulla vecchia struttura, parte della quale fu sventrata per realizzare la scalinata di accesso. Ad essa fu aggiunta un’altra ala della casa dove vennero realizzati altri ambienti.

La struttura esterna della villa ricorda le dimore fiorentine del quattrocento, ma le decorazioni che l’adornano, ad esempio la fascia floreale che congiunge le finestre del piano superiore e gli archi del piano terra, sono tipiche dello stile liberty di Sommaruga.

Tutte le parti in ferro battuto della casa sono opera del fabbro-scultore Alessandro Mazzuccotelli.

Gli interni

Essendo ancora abitata la villa non è visibile al pubblico, ad eccezione di alcune visite guidate organizzate dal FAI o Pro Loco locale.

Sono stata sul Lago in un week-end a inizio gennaio ed in quel periodo non erano previste visite guidate.

Per conoscere gli interni di questa meravigliosa villa vi lascio questo articolo di Raffaella Garofalo, una blogger Bergamasca che nel suo blog parla della sua città e dintorni.

Chi era Pietro Faccanoni

Pietro Faccanoni, nato il 14 marzo del 1857, era un’ingegnere, direttore di una azienda di costruzione di acquedotti ed altre opere pubbliche a Vienna.

Nel 1880 sposa la moglie Emilia, dalla quale ebbe un figlio, morto prematuramente durante la prima guerra mondiale.

A seguito della morte del figlio, Pietro fece costruire a sue spese un ospedale a Sarnico che entrò in funzione nel ’33.

Alla realizzazione dell’acquedotto viennese parteciparono anche i suoi fratelli Giuseppe e Luigi e rappresentò la base delle loro ricchezze (a Sarnico oltre a villa Pietro Faccanoni vi sono anche villa Giuseppe Faccanoni prospicente il lago e Villa Luigi Faccanoni, ora villa Surre trasformato in centro congressi.

L’architetto Giuseppe Sommaruga

Giuseppe Sommaruga, nato a milano nel 1867, figlio di artigiani decoratori, studiò all’accademia di Brera e fu allievo di Boito, ma ben presto ricercò e realizzò un proprio stile.

Fu da tutti consoderato uno dei precursori dello stile liberty milanese e di una corrente più moderna caratterizzata dall’uso dei fiori.

A lui fu assegnata la realizzazione di tutte le ville Faccanoni di Sarnico, oltre alla tomba di famiglia il “mausoleo Faccanoni”

Stile liberty

Lo stile liberty è quel movimento artistico e filosofico che si diffuse in Italia fra la fine del 1800 e gli inizi del 1900.

Questo movimento che ebbe la massima diffusione nella Belle Epoque coinvolgeva tutte le arti dall’architetture, alle decorazioni di interni ed esterni, nell’arredamento, nei tessuti ecc.

Lo stile liberty era caratterizzato da decorazioni stilizzate della natura, fiori insetti, conchiglie ecc.

Conclusioni

Eccoci qua… anche per oggi è tutto, spero che l’argomento sia stato di vostro interesse.

Rimango a vostra disposizione per ulteriori informazioni o chiarimenti, potete contattarmi qui oppure lasciare un messaggio nel box qui sotto. Inoltre se avete degli argomenti che vi piacerebbe che io trattassi nei miei articoli potete segnalarmeli e sarà mia cura svilupparli nel più breve tempo possibile.

Continuate a seguirmi anche sulla mia pagina facebook e condividete i miei articoli per dar modo ad altri di leggerli. Grazie!

Altri articoli che potrebbero interessarvi:

Villa Verdi

Il Vittoriale

Villa Ariston

Barbara Togni

in questo blog unisco due passioni, il mio passato da agente immobiliare, che oltre ad essere una professione per me era “passione pura”, con quella per la scrittura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.