GUIDA UTILE PER APRIRE UN B&B FAMILIARE

La settimana scorsa abbiamo visto insieme che un  B&B  può essere  forma di guadagno per chiunque disponga di un immobile, casa o appartamento. Oggi, per chi fosse interessato a questa forma di monetizzazione del proprio immobile, entriamo più nel dettaglio con questa guida utile per aprire un B&B familiare.

Perché puntualizzo sul familiare? Perché i Bed and breakfast possono essere sia a livello familiare che a carattere imprenditoriale, nel primo caso non è necessario ne la partita Iva ne l’iscrizione in CCIAA mentre nel secondo si.

In questa guida valuteremo solo quello familiare e vedremo :

  • Adempimenti necessari
  • Requisiti dell’alloggio
  • Quali servizi offrire
  • Promozione e commercializzazione
  • Costi di realizzo
Cos’è un B&B?

Un B&B è una forma di ospitalità turistica nata di recente, rispetto alle altre forme di alloggio conosciute, e sta prendendo sempre più piede. In Italia ogni anno si registra un aumento di richieste in quanto oltre ad avere prezzi contenuti rispetto ad un Hotel nel B&B vi è un contatto umano maggiore.

Il B&B familiare è un’attività ricettiva gestita da privati che utilizzano parte della propria abitazione,  per offrire un servizio di ricezione turistica, offrendo all’ospite alloggio e colazione.

Adempimenti necessari

Normativa prevede una procedura di apertura semplificata rispetto ad un B&B professionale, ma anche per il B&B familiare sono necessari alcuni adempimenti.

Come vi ho detto la settimana scorsa perchè aprire un B&B, i B&B sono soggetti alla legge quadro del turismo ed ogni regione ha predisposto un regolamento e delle norme specifiche  a cui occorre attenersi sia per l’apertura che per la gestione del B&B.

Cosa fare allora per aprire un B&B:
  • consultare la specifica legge regionale per sincerarsi di ciò che essa prevede.
  • Segnalazione di inizio attività (SCIA): l’esercizio dell’attività ricettiva del Bed and breakfast è subordinata alla presentazione di inizio attività
  • Classificazione della struttura  vanno presentate apposite  pratiche agli uffici turistici di zona per la classificazione della vostra struttura
  • Comunicazione di prezzi all’ente preposto dalla legge regionale
  • pubblica sicurezza.  vanno comunicati, all’auorità di pubblica sicurezza, tutti gli ospiti.
Requisiti alloggio

Gli immobili per essere adibiti a B&B devono essere in regola con le norme edilizie ed urbanistiche vigenti così come devono rispettare le norme igienico sanitarie previste.

La camera dell’ospite deve essere “privata” nel senso che per accedervi non deve attraversare,  camere destinate ad altri. Le dimensioni minime previste dalla legge sono 14 mq per una stanza doppia e 9 per una stanza singola. Gli impianti, elettrico, gas e riscaldamento , devono essere a norma di legge.

Ogni camera deve essere adeguatamente arredata con letto, armadio, comodino, lampada, sedia e cestino.

Alcune regioni prevedono inoltre che il titolare del B&B risieda o domicili nell’alloggio nel periodo di apertura, altre invece consentono che il titolare risieda anche in immobili vicini.

Il  numero delle stanze da adibire varia da regione a regione si va da un minimo di tre stanze a un massimo di 8 mentre il numero di persone ospitate contemporaneamente varia da 6 a 20.

Non vi è l’obbligo di un bagno privato, ma in ogni caso deve avere attrezzature minime quali lavabo, specchio, water, bidet, doccia o vasca, acqua calda e fredda ed almento una presa di corrente.

Quali servizi offrire

Il servizio pur essendo gestito direttamente dalla famiglia ospitante è limitato alla pulizia quotidiana della stanza, cambio della biancheria ogni 3 giorni  ed alla fornitura della prima colazione.

La colazione offerta non deve contenere alimenti e bevande preparate direttamente dal titolare. Questo non vuol dire che bisogna dare solo cibi confezionati a libello industriale. Una colazione genuina con prodotti freschi,  preparati dal fornaio o dal pasticcere  di vostra fiducia danno sicuramente quel tocco in più.

Prezzi

Oltre a comunicarli all’ufficio del turismo come previsto dalla vostra regione, i prezzi praticati all’interno del B&B vanno esposti all’interno della stanza da letto .

Comunicazione alla PS

Come ogni altra struttura ricettiva anche i B&B hanno l’obbligo di comunicare le generalità degli ospiti all’autorià di pubblica sicurezza locale.

Costi di apertura

I costi sono abbastanza contenuti.

  • Arredamento delle stanze:  arredare una stanza da letto con i requisiti minimi previsti dalle norme regionali non ha costi eccessivi, si trovano camere matrimoniali complete anche al di sotto dei mille euro, eccovi un esempio

camera matrimoniale completa a meno di 500€

Ma se avete già a disposizione un arredamento decoroso potete tranquillamente utilizzare quello.

  • Biancheria: è fondamentale acquistare della biancheria da adibire solo per gli ospiti.

I costi sono comunque contenuti, eccovi alcuni esempi:

asciugamani

Lenzuola

Copriletto

  • Canone rai  e se previsti diritti siae
  • WIFI direi che al giorno d’oggi sia fondamentale
  • Tv non obbligatoria ma gradita, si trova da tutti i prezzi, eccovi un esempio

Diciamo che il tutto, arredi compresi ha costi che vanno dai  2mila euro in su.

Normativa fiscale

Dal 1 giugno 2017 è entrata in vigore la cedolare secca anche per locazioni turistiche, ed il B&B rientra in questo campo. In questo caso si paga l’aliquota ordinaria del 21% sui canoni percepiti. Non è prevista la sottoscrizione di un contratto, ne tanto meno la registrazione, ma è obbligatorio rilasciare all’ospite la ricevuta fiscale di quanto ha pagato. Se la somma è superiore ai 77,47€ deve essere applicata anche una marca da bollo.

Tutte le ricevute andranno consegnate a chi vi redige la dichiarazione dei redditi e sul totale si paga, come anzidetto il 21% di IRPEF.

Come trovare clienti

Eccoci qua… finalmente abbiamo aperto il nostro B&B ma come fare per trovare ospiti

Registrarsi sui portali turistici. Ce ne sono tanti, che pubblicizzano le varie offerte,  e registrarsi è facile. Io solitamente cerco su https://www.bed-and-breakfast.it/it/  è importante curare l’annuncio e dotarlo di un numero adeguato di fotografie. Un annuncio sprovvisto di foto non riceve consenso da parte del pubblico.

  • Sito: da blogger, non posso non consigliarvi di creare un vostro sito internet dove pubblicizzare il vostro B&B, deve contenere una bella galleria fotografica dove mostrare le stanze, la colazione che offrite, deve contenere i vostri contatti. Personalmente per renderlo più accattivante  inserirei anche una sorta di guida della vostra città con i luoghi più interessanti da vedere eventuali eventi e consigli su dove mangiare.  Potreste anche inserire uno spazio dove i clienti possono lasciare una loro recensione, ma questo solo che le camere e il servizio che offrite è buono.
  • Attivare promozioni: le promozioni, pubblicizzate sui portali attirano clienti, io stessa la prima volta che andai in un B&B fui attratta da una promozione 1+1 ovvero una notte la pagavo e quella successiva me la regalavano loro.

Questi sono alcuni consigli per trovare clienti e far funzionare il vostro B&B, sicuramente a voi verranno in mente altre idee. Una volta trovati i clienti non dimenticatevi di COCCOLARLI, trattateli il meglio possibile, offrite loro una colazione succulenta e raccontate loro anedotti e storie legate al vostro territorio. Ricordate che non c’è miglior pubblicità del passaparola.

Consiglio fondamentale

Al di la delle regole, l’ingrediente principale per aprire un B&B ed avere successo, è lo spirito giusto. Una predisposizione ai contatti umani. Se avete un carattere da “orsetto” magari non è il caso. Come in tutti i lavori a contatto col pubblico occorre essere gioviali, affabili , un po’ ciarlieri ma soprattutto accoglienti.

È consentito aprire un B&B in condominio e  non necessita di approvazione dell’assemblea a meno che nel regolamento condominiale non vieti l’attività di B&B o affittacamere.

Conclusione

Eccoci qua… anche per oggi è tutto, spero che l’argomento sia stato di vostro interesse.

Rimango a vostra disposizione per ulteriori informazioni o chiarimenti, potete contattarmi qui oppure lasciare un messaggio nel box qui sotto. Inoltre se avete degli argomenti che vi piacerebbe che io trattassi nei miei articoli potete segnalarmeli e sarà mia cura svilupparli nel più breve tempo possibile.

Continuate a seguirmi anche sulla mia pagina facebook e condividete i miei articoli per dar modo ad altri di leggerli. Grazie!

Altri argomenti che potrebbero interessarvi:

differenza affitto turistico casa vacanza

giuda locazione turistica

 

 

Facebook Comments

10 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.