L’HOME STAGING COS’E’ E A COSA SERVE

Complice la crisi del mercato immobiliare, anche in Italia si sono affinate tecniche per riuscire a vendere immobili ad un miglior prezzo ed in tempi più brevi; l’home Staging è una di queste.

Per capire meglio di cosa si tratta, ci viene in aiuto Vittoria Basile, ingegnere edile con la passione per l’interior e l’home decor. Chi meglio di lei può parlare di home staging?

Vittoria, chi mi segue sempre l’ha già conosciuta alcuni mesi fa in questo articolo acquistare casa, non fermatevi alle apparenze, oltre a svolgere la professione è titolare del blog Very Vittoria nel quale da consigli a tutti noi su come ristrutturare, arredare e rendere più confortevole la nostra casa.

Ora passo a lei la tastiera, buona lettura

In un articolo del 2017 Il sole 24 ore titolava: “Con l’home staging la casa si vende in un terzo del tempo“. Se hai una casa da vendere o da affittare ti consiglio caldamente dunque di leggere questo post e di valutare un intervento di home staging che ti aiuterà sicuramente a farlo meglio ed in minor tempo.

 

Tecnicamente cosa è l’home staging?

Testualmente home staging significa “messa in scena della casa”. Ciò significa che la tua casa diventerà il palcoscenico in cui una figura specializzata e formata ad hoc (l’home stager) realizzerà un progetto che metterà in mostra i punti di forza del tuo immobile e camufferà i difetti che la caratterizzano massimizzando la tua possibilità di guadagno.

Foto: A bella home staging  (http://www.abellahomestaging.com/wp-content/uploads/2013/04/finke-1a.jpg)

 

È da anni che ci sono programmi televisivi in cui si dimostra come un immobile presentato in un modo curato abbia maggiore appeal sui possibili compratori. La cosa diversa dell’home staging sta nel fatto che non dovrai imbarcarti in una pesante ed esosa ristrutturazione o rinnovo di casa per poter mostrare al meglio il tuo.

Come funziona l’home staging? 

Di seguito un esempio lampante di ciò che l’home stager può fare per te.

Il prima ed il dopo è notevole vero? Lo stesso ambiente, la stessa casa, eppure l’attrattiva dell’una e dell’altra sono completamente diverse. Opposte direi.

 

                                                 Foto: Anne Kenney Associeted (http://www.annekenneyassociates.com/)

 

Il tutto parte ovviamente dallo studio delle caratteristiche dell’immobile oggetto dell’intervento.

  • Casa piccola? Bisogna dare l’idea di come questo spazio possa essere comunque funzionale e sfruttabile anche se in dimensioni ridotte.
  • Casa grande e dispersiva? L’home stager sarà capace di valorizzarla magari dividendo gli spazi in modo da creare aree funzionali diverse ma contigue che possano dare all’acquirente l’idea del progetto finale.
  • Casa buia? Ci sono ovviamente tanti piccoli escamotage per poter mitigare la carenza di luce in una casa, in primis l’utilizzo di colori chiari e materiali lucidi.

Queste sono solo alcune delle valutazioni tecniche che un home stager potrà fare per aiutarti a valorizzare al massimo l’immobile che non riesci a vendere/affittare.

Presentazione del prodotto

Altro aspetto fondamentale di questo lavoro è la presentazione del prodotto finito tramite delle foto che valorizzino ulteriormente i cambiamenti fatti.

Non solo dunque il lavoro di preparazione ma fondamentale è anche come lo stesso viene presentato al possibile acquirente e permettere che il tuo immobile colpisca immediatamente chi su internet o davanti ad una vetrina di una agenzia immobiliare sta cercando una casa con le caratteristiche della tua.

                          Foto: Anne Kenney Associeted (http://www.annekenneyassociates.com/)

 

Capire cosa serve in un determinato contesto e i possibili acquirenti di un immobile sta alla base dell’home staging e sta alla base del riuscire a vendere bene.

Va da sé che se devi affittare una casa in una località di mare ciò che il tuo acquirente si aspetta di trovare è diametralmente opposto da quello che si aspetta chi cerca una casa universitaria per fuori sede. Ogni contesto richiede un intervento mirato, uno studio preciso, una preparazione degli spazi.

 

La figura dell’home stager, ormai consolidata in realtà diverse dalle nostre come quella americana, sta diventando però una figura di riferimento anche qui in Italia a cui privati ma anche agenzie immobiliari si rivolgono per presentare al meglio un immobile in vendita o affitto.

I numeri parlano chiaro. Sul mercato gli immobili affidati alle mani esperte di professionisti del settore sono vendute in minor tempo ed a un prezzo più alto rispetto a quelle presentate classicamente.

 

Ringrazio Barbara per avermi ospitata ancora una volta sul suo blog.

Alla prossima,

Vittoria

Conclusioni

Vittoria sono io che ringrazio te per i consigli che ci hai dato.

Penso che questo post di Vittoria sia stato di vostro gradimento e soprattutto vi sia utile per riuscire a  vendere/ affittare in tempi più rapidi e realizzare il massimo.

Come sempre rimango a vostra disposizione per  informazioni o chiarimenti vari, potete contattarmi qui oppure lasciare un messaggio nel box qui sotto. Inoltre se avete degli argomenti che vi piacerebbe che io trattassi nei miei articoli potete segnalarmeli e sarà mia cura svilupparli nel più breve tempo possibile.

Continuate a seguirmi anche sulla mia pagina facebook e condividete i miei articoli per dar modo ad altri di leggerli. Grazie!

 

 

Facebook Comments

2 Comments

  • Da compagna di un architetto conoscevo l’home staging, anche se lui non si occupa molto di interni. Ho sempre pensato che il rischio però è di non voler più lasciare casa, una volta sistemata ad hoc! 🤣

  • in effetti può essere un buon metodo anche per chi vuole rinnovare casa senza spendere molti soldi. un home stager riesce a valorizzare al massimo ogni casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.