mutuo ideale come sceglierlo

MUTUO IDEALE, COME SCEGLIERLO

La maggior parte degli italiani acquista casa grazie all’apporto economico ottenuto con l’apertura di un mutuo ipotecario. 

Quando ci si appresta ad acquistare casa chiedendo un finanziamento alla banca ci si augura di fare le scelte giuste.

Se anche voi siete intenzionati ad acquistare casa con l’apporto di un finanziamento, vi consiglio di leggere queste poche righe che seguono perché troverete consigli utili per meglio orientarvi nelle offerte di mutuo proposte dalle banche, in modo da riuscire a valutare pro e contro di ogni offerta.

Come ben sapete, Il mutuo è un contratto attraverso il quale un soggetto richiedente (mutuatario) riceve una determinata somma di denaro da un istituto di credito (mutuante); questa somma dovrà essere restituita nel modo e nel tempo previsti dal contratto stesso.

Cosa valutare prima di decidere

Gli aspetti di un mutuo da valutare sono:

  • importo delle rate;
  • durata del finanziamento;
  • che importo chiedere di mutuo;
  • percentuale del tasso di interesse pagato.

L’importo di ogni singola rata mensile non deve superare un terzo delle entrate familiari.

La durata di un mutuo ipotecario varia dai cinque ai trenta anni, ma in casi particolari la durata può arrivare fino ad un massimo di quaranta e determina l’importo della rata mensile.

La maggior parte degli istituti di credito finanziano al massimo l’ottanta percento del valore dell’immobile che vai ad acquistare. 

Tipi di mutuo offerti

Ogni banca ha diverse proposte di mutuo da offrire ai suoi clienti:

  • mutuo a tasso fisso;
  • mutuo a tasso variabile;
  • mutuo a tasso misto;
  • mutuo con capped rate;
  • mutuo con rata rata crescente o decrescente.

Mutuo a tasso fisso 

E’ un mutuo che come dice il nome, il tasso rimane fisso e  l’importo delle singole rate non cambia per tutta la durata del mutuo.

Mutuo a tasso variabile

A differenza del precedente, con questo tipo di mutuo il tasso varia in base alle oscillazioni dell’Euribor mensile ed anche l’importo delle singole rate può subire variazioni ad ogni scadenza.

Mutuo a tasso misto

E’ una via di mezzo fra il mutuo a tasso fisso e quello variabile. Viene stabilito con quale tipo di tasso iniziare a pagare il mutuo, poi ad intervalli prestabiliti (solitamente 5 anni) il  mutuatario decide se passare all’altro tasso o continuare con quello scelto.

Mutuo con capped rate

Questo mutuo fa parte della famiglia dei mutui a tasso variabile. 

Qui viene stabilito un range con la percentuale massima e quella minima di tasso di interesse. In questo modo il tasso di mutuo può aumentare o scendere rimanendo però sempre dentro a quello prestabilito.

Mutuo con rata rata crescente o decrescente

Nel primo caso  il mutuo che parte con una rata molto bassa che piano piano cresce nell’arco della sua durata secondo gli accordi stabiliti. 

Mentre nel secondo, con rata decrescente, il mutuo parte con una rata alta che via via si abbassa col tempo.

Rivolgersi alla banca o scegliere il mutuo on-line?

Non fermatevi mai alla prima proposta che vi viene sottoposta.

Valutate  offerte di più banche richiedendo vari preventivi in modo da avere una maggiore panoramica di proposte da valutare.

Oggi giorno, nell’era di internet, si possono trovare offerte interessanti anche nel web, basta cercare nei vari portali di offerte mutuo.

Andare di banca in banca da un lato ha il vantaggio di avere un contatto diretto con le persone e valutarne anche la competenza e l’affidabilità, ma per contro ha lo svantaggio che questa prassi richiede molto tempo a disposizione.

Valutare le offerte di mutuo on-line, al contrario, ha lo svantaggio di non avere uno scambio immediato con una persona con cui chiarire eventuali dubbi, ma non vi fa perdere tempo.

E’ molto semplice, basta entrare in uno dei tanti comparatori di mutui e in pochi click potete  individuare le offerte proposte da tutte le banche. 

I miei consigli, per ora, si fermano qui! Se avete domande, volete aggiungere informazioni, o raccontarci la vostra esperienza in merito, potete scrivermi nei commenti oppure inviarmi una mail. Continuate a seguirmi anche sulla mia pagina facebook e condividete i miei articoli per dar modo ad altri di leggerli. Grazie!

Barbara Togni

Collaboratrice dal 1997 di un noto gruppo immobiliare a livello nazionale, ne esco amministratore di filiale nel 2001 per aprire un’agenzia tutta mia che chiudo, per motivi famigliari, uniti alla crisi del settore, a fine 2012. Nel 2017 decido di rimettermi in gioco mettendo tutta la mia esperienza di agente immobiliare a servizio di coloro che cercano consigli in questo campo, dando vita a questo blog che si occupa della casa a 360 gradi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.