ESIGENZE DI TRANSIRORIETA’ DEL CONDUTTORE

Dopo due settimane oggi concludiamo il discorso relativo al contratto di locazione transitorio. Negli articoli precedenti abbiamo trattato dapprima la forma, la durata, la determinazione del canone e la clausola di transitorietà (tutto ciò che devi sapere sul contratto transitorio) poi abbiamo parlato delle esigenze di transitorietà del locatore ( esigenze del locatore). Oggi, per concludere l’argomento, andremo a capire quali motivi può avere il conduttore per richiedere un contratto transitorio.

Clausole nulle

Prima di andare a vedere nel dettaglio per quale causa l’inquilino può richiedere un affitto temporaneo, iniziamo subito col dire quali clausole non sono ritenute valide dal legislatore.

  • Studente universitario fuori sede
  • Esigenze turistiche

Studente universitario fuori sede: questa clausola non rientra in quelle ritenute valide dal legislatore perché per essi sono stati predisposti contratti specifici che vedremo la prossima settimana.

Anche per le esigenze turistiche si usa un contratto apposito per cui non vengono contemplate fra le motivazioni valide ai fini della transitorietà.

Esigenze conduttore
  1. Trasferimento temporaneo per lavoro si ha quando una persona viene trasferita dall’azienda in cui lavora ad altra sede lavorativa per breve periodo
  2. Rientro dopo un periodo all’estero
  3. Separazione dal coniuge
  4. Assistenza a familiari malati quando la persona da assistere vive in altra città oppure si segue una persona che è costretta a curarsi lontano da casa.
  5. Lavoratore a tempo determinato
  6. Stage di lavoro
  7. Master: il percorso di studi universitario non rientra tra le motivazioni valide per un contratto transitorio, ma un master vi rientra perché di più breve durata rispetto ad una triennale o quinquennale.
  8. Inutilizzo temporaneo di propria abitazioni per ristrutturazione o eventi atmosferici quando per motivi climatici o se vi sia l’esigenza di eseguire nell’immobile del conduttore, opere di restauro o di ristrutturazionedimuna certa  importanza che ne impedisca l’abitabilità, il proprietario del suddetto immobile, è costretto ad andare ad abitare in altro immobile. In questo caso si può fare un contratto transitorio
Obbligo di documentare l’esigenza.

Tutte le cause che giustificano la necessità di redigere un contratto di locazione transitoria vanno opportunamente documentate da parte del conduttore.

Conclusioni

Eccoci giunti alla fine.  Con oggi ho concluso l’argomento delle locazioni transitorie. La prossima volta parleremo di contratto per studenti.

Vi ricordo che ogni lunedì si parla di locazione ed ogni giovedì di compravendita. Se avete argomenti che vi interessano ed ancora non sono stati trattati potete segnalarmelo qui sotto oppure via mail così li affronterò nel più breve tempo possibile.La stessa mail potete utilizzarla per chiarimenti e approfondimenti relativi agli argomenti trattati.

Se volete potete seguirmi anche sulla pagina facebook e condividere i miei post per dar modo ad altri di conoscere la pagina.

A presto.

 

Barbara Togni

in questo blog unisco due passioni, il mio passato da agente immobiliare, che oltre ad essere una professione per me era “passione pura”, con quella per la scrittura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.