DERATTIZZAZIONE CASA: LE TRAPPOLE DA UTILIZZARE

Chi acquista un’immobile, specialmente nelle zone di campagna, o  chi improvvisamente si trova la casa infestata di topi, oltre al disagio, potrebbe avere un attimo di scoramento prima di capire come risolvere la situazione.

Pur apparendo come piccoli animaletti innocui e indifesi, i topi possono portare dei risvolti negativi in termine di salute e di sicurezza.

I topi sono portatori di malattie, essi potrebbero, difatti e purtroppo, trasmettere delle pericolose infezioni, oltre a causare seri problemi agli impianti.

Essendo roditori, con i loro denti aguzzi, potrebbero distruggere fili e cavi del vostro appartamento, causando problemi elettrici, corti circuiti, interruzioni di connessioni e così via.

Se vi trovate, dunque, in questa spiacevole situazione, non allarmatevi più del necessario, non datevi subito per vinti in quanto ci sono oggi dei prodotti e delle soluzioni molto valide per combattere lo stanziamento dei topi in casa propria.

Ho chiesto alcune informazioni ai titolari del sito gogoverde.it, uno degli e-commerce leader nel settore del giardinaggio, agricoltura e irrigazione, con una sezione apposita sulla derattizzazione, ed ecco cosa mi hanno risposto.

Come accorgersi se la casa è infestata dai topi?

Se non avete mai visto girare per casa il topolino, una delle prove tangibili della sua esistenza sta nella presenza degli escrementi che queste bestioline sono solite lasciare sul pavimento e che sono simili a dei piccoli semini, neri e di forma cilindrica.

La presenza dei topi in un appartamento va immediatamente contrastata poiché questi roditori sono soliti cibarsi di qualsiasi tipo di materiale, arrivando ad attaccare anche gli arredamenti.

Inoltre, i topi si riproducono in maniera davvero rapida (una femmina può dare alla luce dai 5 agli 8 piccoli una volta al mese) e riescono a colonizzare molto velocemente interi edifici.

Non avendo un grosso bisogno di acqua, possono vivere tranquillamente per giorni anche solamente nutrendosi di quello che trovano in giro per casa.

Cosa fare se riscontra la presenza di topi in casa?

Innanzitutto, non bisogna colpevolizzarsi se ci si accorge che il proprio appartamento è frequentato dai cosiddetti “topi di casa” o “topi domestici”, in quanto questo non avviene perché non abbiamo mantenuto una corretta pulizia.

Nelle case con i giardini oppure quando si abita in campagna, è piuttosto probabile che qualche topolino si intrufoli per reperire del cibo.

Una delle prime cose da fare, dunque, è disinfettare tutti gli ambienti, utilizzando appositi detergenti (meglio se a base di cloro).

È anche fondamentale verificare se ci sono buchi nelle pareti o fessure abbastanza grandi in altre parti della casa, che andrebbero subito isolate, in modo da chiudere le possibili vie di accesso a questi animali.

L’azione successiva è quella di derattizzare l’ambiente.

Come catturare i topi?

Esistono numerosi tipi di sistemi e veleni, sul mercato, per catturare i topi senza doverne venire a stretto contatto.

La scelta che dovete effettuare al momento dell’acquisto va ragionata in base alla zona che dovete disinfestare e alle dimensioni della stessa.

Molte delle trappole in commercio, ad esempio, sono esplicitamente dedicate all’esterno e diverse esche devono essere  poste solo all’aperto, in modo da evitare spiacevoli incidenti, dato che alcune sostanze potrebbero essere tossiche per animali domestici e per i propri cari.

Per gli ambienti interni, fate affidamento su prodotti che siano stati progettati per essere utilizzati dentro gli appartamenti, nelle cantine, nei ripostigli e in tutte quelle zone in cui la frequenza e il passaggio umano sono consuetudine.

“On line si possono trovare degli articoli molto validi e già pronti all’uso, per effettuare una derattizzazione immediata e fai da te.

Ad esempio, sul nostro e-commerce,  sono presenti un’ampia gamma di soluzioni fra le quali un topicida-biocida costituito da una scatola (la rait bait station) all’interno della quale viene posizionata l’esca. Non bisogna fare altro che comprarla e posizionarla nel luogo di interesse.”

Se avete bisogno di proteggere anche le aree adiacenti alla vostra abitazione, sempre con la garanzia che le esche non vengano accidentalmente toccate da componenti del vostro nucleo familiare, potete in esterno posizionare i box contenitori di veleno per topi intorno al perimetro di casa.

Prevenire è meglio che curare?

Certamente sì!

Se non avete subito degli attacchi, ma vivete in zone in cui potrebbe esserci la presenza di topi a poca distanza, potete provare a tener lontano qualsiasi tipo di intrusione, utilizzando dei repellenti spray pronto uso, come il Rat Raus Protex, che grazie alla sua composizione a base di oli e aromi naturali è molto sgradito ai roditori e pertanto tende ad allontanarli.

Conclusioni

Eccoci qua… anche per oggi è tutto, spero che l’argomento sia stato di vostro interesse.

Rimango a vostra disposizione per ulteriori informazioni o chiarimenti, potete contattarmi qui oppure lasciare un messaggio nel box qui sotto. Inoltre se avete degli argomenti che vi piacerebbe che io trattassi nei miei articoli potete segnalarmeli e sarà mia cura svilupparli nel più breve tempo possibile.
Continuate a seguirmi anche sulla mia pagina facebook e condividete i miei articoli per dar modo ad altri di leggerli. Grazie!

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.