QUESTIONARIO PER I PROPRIETARI IMMOBILIARI ALLO SCOPO DI TROVARE NUOVE SOLUZIONI ABITATIVE

Buongiorno a tutti, oggi un articolo un po’ speciale, rivolto in particolar modo a tutti i proprietari di immobili che hanno affittato o si apprestano ad affittate uno o più immobili.

Dovete sapere che  a seguito di questo mio articolo dal titolo locazione la legge va cambiata,ho ricevuto molti riscontri positivi fra cui sono stata contattata Kilowatt, agenzia di consulenza per l’innovazione sociale che opera nel Comune di Bologna. Kilowat con altre due realtà bolognesi stanno lavorando ad un progetto di indagine conoscitiva delle problematiche che riscontrano i proprietari nell’affitare casa.

In buona sostanza stanno diffondendo un questionario per scoprire le problematiche che incontrano i proprietari quando si apprestano ad affittare casa.

Ovviamente, ho trovato il loro progetto estremamente interessante ed utile così ho deciso di condividere con tutti voi, cerca che la cosa sia di vostro interesse il loro progetto ed il loro questionario, pertanto chiedo espressamente a tutti voi proprietari di rispondere alle domande che trovate in questo form

Ora vi spiego come nasce e le finalità del progetto

Cambia il modo di abitare

Il modo di abitare, la casa come la stessa città, sta cambiando. Sempre più si riscontra l’esigenza di individuare soluzioni abitative flessibili e modulabili, che rispondano a bisogni diversi.

In questo scenario è necessario tenere in considerazione anche un ulteriore elemento, ovvero l’influenza che i cosiddetti Short Term Rentals (STR) o affitti  brevi, stanno avendo sul mercato immobiliare.

Alla luce di queste considerazioni diventa sempre più impellente trovare soluzioni abitative innovative, accessibili ed economicamente sostenibili, sia per i proprietari che per gli affittuari.

Queste soluzioni devono rispondere ai bisogni di quei soggetti che, in questo nuovo assetto locativo, rischiano di rimanere esclusi ed hanno  sempre più difficoltà nel trovare un’abitazione dignitosa.

Un obiettivo di questo genere è certamente ambizioso e richiede un’approfondita analisi dei bisogni e dei timori che  affittuari e  proprietari hanno.

Il progetto

A tale scopo Bologna tre realtà di natura diversa

  • ASP, l’Azienda dei Servizi alla Persona del Comune di Bologna,
  • Arca di Noè, cooperativa sociale che si occupa di inserimenti lavorativi e accoglienza migranti
  • Kilowatt, agenzia di consulenza per l’innovazione sociale

stanno portando avanti una ricerca volta a esplorare la possibilità di creare un modello abitativo che risponda in modo efficace ai mutamenti in corso.

Per indagare meglio i bisogni, le esperienze ed i timori di chi dà in affitto uno o più appartamenti stanno diffondendo un questionario conoscitivo che ha i seguenti obiettivi

  1. approfondire e mappare le modalità di affitto casa, facendo emergere sia gli ostacoli che le pratiche di successo.
  2. verificare il livello di consapevolezza e di interesse rispetto ai temi del social housing e dell’abitare collaborativo.

Il questionario

Il form è completamente anonimo (a meno che non vogliate lasciare la mail per essere ricontattati), composto da 25 semplici domande, si risponde velocemente in meno di 5 minuti, per cui vi rinnovo l’invito a compilarlo cliccando su  questo link.

Conclusioni

Eccoci qua… anche per oggi è tutto, sicura che l’argomento sia stato di vostro interesse, vi sollecito un ultima volta a rispondere al questionario la mia speranza rimane sempre quella che a breve rimettano mano alla legge sulle locazioni.

Rimango a vostra disposizione per ulteriori informazioni o chiarimenti, potete contattarmi qui oppure lasciare un messaggio nel box qui sotto. Inoltre se avete degli argomenti che vi piacerebbe che io trattassi nei miei articoli potete segnalarmeli e sarà mia cura svilupparli nel più breve tempo possibile.

Continuate a seguirmi anche sulla mia pagina facebook e condividete i miei articoli per dar modo ad altri di leggerli. Grazie!

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.