GUIDA AL TRASLOCO FAI DA TE

Oggi vi parlo di una delle esperienze più importanti, impegnative, eccitanti ed allo stesso tempo stressanti che una famiglia si trova ad affrontare, il trasloco.

Importante perché decidere di cambiare casa, sia essa in affitto o in acquisto, è un passo considerevole nella vita di una famiglia

Impegnativo perché le cose da fare e da organizzare sono tante

Eccitante perché, come tutti i cambiamenti, danno una bella adrenalina nelle vene

Stressante, perché le tante cose vanno fatte con scadenze ben precise ed al di fuori della routine quotidiana.

Ho deciso di scrivere questa guida per aiutarvi ad organizzare il vostro trasloco e renderlo meno stressante.

  • Cos’è il trasloco
  • Prime cose da fare
  • Materiale necessario
  • Le fasi del trasloco
  • Come fare gli scatoloni
  • Smontare gli arredi
  • Atti amministrativi
  • Dopo il trasloco

Cos’è il trasloco

Il trasloco è una cosa ben diversa dall’arredare un appartamento vuoto. Quando si esce dal nido genitoriale e si sceglie una casa in cui andare a vivere, si va da uno o più mobilieri, si sceglie l’arredo e si attende che i montatori vengano ad arredare la nuova casa. Dopo di che si riempie con le proprie cose o con oggetti nuovi, ma si fa il tutto con più calma.

Traslocare invece è una cosa diversa, vuol dire trasportare tutte le proprie cose, arredi compresi da un abitazione ad un’altra, il che vuol dire trovarsi in un momento in cui si hanno due abitazioni vuote con tutte le tue cose su un mezzo che le sta trasportando dall’uno  all’altro

È  importante organizzarsi al meglio, perché anche se si programma per tempo, si gioca tutto in un giorno o due.

In questo articolo cerco di darvi semplici consigli dovuti alla mia esperienza, quando comprammo casa, ci trovammo a fare due traslochi (il mio e quello dei miei genitori) a distanza di poche settimane uno dall’altro, un delirio.

Prime cosa da fare

Se avete deciso di cambiare casa e siete in affitto la prima cosa da fare è inviare la raccomandata al proprietario per comunicargli la vostra intenzione a lasciare l’immobile nei tempi previsti dal contratto.

Poi occorre decidere  quale mezzo utilizzare; la vostra auto o prendere a noleggio un furgone?

Se pensate di noleggiare un furgone è bene che vi informiate dei prezzi e che prenotiate per tempo le date del noleggio. Personalmente consiglio il noleggio del furgone almeno per i mobili più ingombranti.

Valutare di prendere qualche giorno di ferie a ridosso del trasloco.

Materiale necessario

Su amazon si trova un pacchetto offerta con tutto il necessario

kit  trasloco ed il carrello a tre ruote per scale

per entrambi i prodotti la consegna è gratuita

Le fasi del trasloco

A meno che non si tratti di una decisione repentina, il trasloco può essere organizzato anticipatamente e con calma.

Alcuni mesi prima

Iniziate a pensare alla cose da fare e appuntatevele in una lista per non dimenticarvi di nulla

Create una lista di cose e arredi che non vi porterete nella nuova casa, e valutate se venderli, donarli o gettarli.

Assoldate qualche amico volenteroso e forzuto che possa aiutarvi nelle operazioni piu difficoltose, è impensabile che riusciate a fare tutto da soli, un aiuto vi serve.

Procuratevi scatole e materiale per l’imballaggio che vi ho elencato sopra

Iniziate ad inscatolare gli oggetti meno importanti e meno utilizzati (il vestiario della stagione precedente, scarpe e borsette, accessori di viaggio o sportivi che non utilizzate in quel periodo, soprammobili, quadri e ecc).

Se avete già la disponibilità della nuova casa, man mano che avete qualche scatola pronta potete già portarla via stando attenti a dove riporla, non deve intralciare le operazioni di trasloco vere e proprie

Se pensate di acquistare arredi nuovi fatelo per tempo specie se si tratta della cucina

Approfittate del trasloco per gettare tutto il superfluo

Alcuni giorni prima

Beh oramai ci siamo. Avete sicuramente scatoloni accatastati in ogni dove, mancano solo  le ultime cose

Svuotate frigorifero e  freezer , sbrinateli e puliteli ( almeno un giorno prima)

Scollegate altri elettrodomestici ingombranti come lavatrice e lavastoviglie

Pulite e svuotate tutti i mobili

Inscatolate le ultime cose tenendo a portat di mano, magari in valige le cose che vi serviranno da subito

Preparate le etichette per il citofono

Preparate una valigia o uno zaino con la biancheria di prima necessità, lenzuoli ed asciugamani da utilizzare subito nella nuova abitazione, oltre al vostro vestiario e alle cose necessarie per la vostra igiene personale. È impensabile che riusciate a fare tutto in un giorno per cui alcune cose è bene averle a portata di mano

Il giorno del trasloco.

Ci siamo, tutto è pronto, è il momento di caricare tutto sul furgone

Assicuratevi che gli scatoloni pensanti siano sotto e quelli leggeri sopra, prestate attenzione a quelli con la scritta fragile.

Quando arrivate nella nuova casa posizionate ogni scatolone nella stanza dove andrà riposta la roba che contiene

Rimontate i mobili prestando attenzione a collegare gli scarichi e gli elettrodomestici della cucina

I giorni successivi

Piano piano aprite tutti gli scatoloni e date vita alla nuova casa.

Come fare gli scatoloni

Non appesantirli troppo per rendere più agevole il loro trasporto

Non mischiare le cose, ogni scatolone deve contenere solo un determinato tipo di materiale ad  es piatti, bicchieri, libri, ecc.

Su ogni scatolone scrivere cosa contiene e in che stanza andrà collocato

Se siete estremamente precisi potreste numerare ogni scatolone ed appuntarvi in modo dettagliato, su un quaderno, il contenuto di ogni scatolone. Questo vi servirà al momento di dover spacchettare il tutto nella nuova casa, così darete precedenza alle cose più necessarie.

Come anticipato sopra ci sono scatolini adatti al trasporto dei vestiti con le grucce per evitare di dover piegare tutto.

Piatti bicchieri e oggetti fragili vanno separati da apposito fogli di schiuma che si trovano in commercio, o avvolti in carta o stracci per evitare che si rompano. Scrivete bene, in grande e su più lati dello scatolone, “FRAGILE” per far capire a chi trasporterà quello scatolone che deve prestare la massima attenzione

Smontaggio arredi

Prima di essere smontati e trasportati è bene che siano liberati da tutto ciò che contengono, se non altro per alleggerirli dal peso durante il trasporto.

Man mano che smontate un mobile conservate le viti ( potete raccoglierle in una bustina ed accattarla con del nastro adesivo al mobile stesso per evitare ci confonderle con altre al momento di rimontarlo)

Per pezzi simili fate dei segni /numeri ,con una matita all’interno del mobile,  per agevolare il montaggio.

Vi consiglio di non svuotare i cassetti ma di avvolgerli con della pellicola per evitare che il contenuto fuoriesca.

Burocrazia

  • Cambio di residenza in comune
  • Nulla osta trasferimento scuola dei figli
  • Comunicare il cambio indirizzo banca e poste
  • Cambio utenze ( apertura nuove e chiusura vecchie)

Conclusione

Eccoci qua… anche per oggi è tutto, spero che l’argomento sia stato di vostro interesse.

Rimango a vostra disposizione per ulteriori informazioni o chiarimenti, potete contattarmi qui oppure lasciare un messaggio nel box qui sotto. Inoltre se avete degli argomenti che vi piacerebbe che io trattassi nei miei articoli potete segnalarmeli e sarà mia cura svilupparli nel più breve tempo possibile.

Continuate a seguirmi anche sulla mia pagina facebook e condividete i miei articoli per dar modo ad altri di leggerli. Grazie!

 

 

 

 

 

Facebook Comments

Barbara Togni

in questo blog unisco due passioni, il mio passato da agente immobiliare, che oltre ad essere una professione per me era “passione pura”, con quella per la scrittura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.