COME PROTEGGERE LA CASA DAI LADRI

5 CONSIGLI PER PROTEGGERE LA CASA DAI LADRI

Negli ultimi anni stiano assistendo ad un’aumento dei furti in appartamento, e proteggere la propria casa dai ladri è diventata una priorità. Il pensiero che più angoscia noi italiani è quello di subire un furto in casa, vedere i propri spazi, la propria privacy violata dall’intrusione estranea da più fastidio del furto stesso e degli oggetti materiali che possono essere rubati.

Allora cosa possiamo fare per difenderle le nostre case dai ladri?

Premesso che al momento non esiste nessun metodo sicuro al 100% per difendere la casa dall’intrusione di ladri, vediamo quali soluzioni possiamo adottare per cercare di contrastarli.

1 Porta blindata con serratura antiscasso

Può sembrare banale ma è considerata indispensabile per mettere in difficoltà i ladri; essa infatti è dotata di una particolare struttura che rende difficile l’intrusione da parte di estranei.

la porta blindata deve essere scelta in base al livello di sicurezza che garantisce e questo dipende dai materiali e dal metodo costruttivo utilizzato nella sua realizzazione. importametne è anche il telaio ed il controtelaio che devono essere realizzati in acciaio e la serratura che deve essere a cilindro europeo.

2 Inferiate alle finestre

La porta blindata da sola non basta, occorre proteggere anche le finestre. Le inferiate rappresentano uno dei sistemi più vecchi utilizzati contrastare l’accesso dei ladri, ma sono anche uno dei metodi più efficaci.

Sono infatti considerati un buon deterrente in quanto, se costruite a regola d’arte e coi i giusti materiali, un ladro impiega una ventina di minuti per tagliarle.

ne esistono di due tipi, fisse o apribili. le prime sono sicuramente più sicure, ma anche quelle apribili se dotate di una buona serratura assicurano una certa sicurezza.

Quando le acquistate dovete porre la vostra attenzione sulla classe di effrazione, che va da 1 a 6 e dipende dalla resistenza che le inferite oppongono a forzature esterne.

inoltre è possibile installare sulle inferiate anche allarmi sonori per aumentare il grado di

3 sistema di antifurto cablato o in domotica

E’ uno dei sistemi più usati per proteggere la propria abitazione dai tentativi di rapina furto ed intrusione da parte di malintenzionati che oltre a danneggiare e rubare possono far male a chi vi abita.

Attualmente in commercio si trovano di tre tipi di sistemi di allarme:

  • cablato ( meglio conosciuto come tradizionale
  • Wireless o domotica
  • ibrido che sfrutta la tecnologia e sicurezza di entrambi

Impianto tradizionale

E’ studiato in modo semplice ed intuitivo, solitamente è composta da una centralina di allarme alla quale vengono collegati diversi componenti, sensori e sirene d’allarme collegati tra loro via cavo.

ogni componente ha una sua funzione per rivelare e segnalare ogni intrusione.

Impianto in domotica

Negli ultimi anni la tecnologia si sta facendo largo in tutti i campi, anche in quello abitativo per ottimizzare i consumi energetici e con funzioni che aumentano la sicurezza ed il comfort.

La domotica altro non è che l’applicazione dell’elettronica e dell’informatica nella gestione della casa. Essa collega tramite tramite la rete web vari dispositivi ad un normalissimo smartphone.

Col sistema di domotica il sistema di antifurto è collegato in wireless per cui non c’è il rischio che i ladri per intrufolarsi taglino i fili elettrici e mettano in disuso l’impianto. Quando qualche malintenzionato cerca di entrare in casa il sistema avvisa subito il proprietario attraverso lo smarphon. Inoltre il proprietario può collegandosi dal cellulare alle telecamere presenti in casa per controllare la propria abitazione.

in entrambi i casi l’impianto deve avere sensori attivi sia all’interno che all’esterno in modo da proteggere, quando voi non siete in casa, anche il perimetro. Inoltre devono essere installati da professionisti del settore.

4 kit video sorveglianza fai da te

Esistono in commercio anche diversi tipi di kit antifurto da acquistare ed installare nella propria abitazione di facile installazione e a costi contenuti.

Per riuscire ad ottenere dei buoni risultati e creare un sistema di sicurezza occorrono un computer dove registrare e d archiviare le registrazioni e delle telecamere da esterno meglio se ad infrarossi.

in commercio si trovano dei kit completi dotati di un numero variabile di telecamere, secondo le necessità.

Un esempio questo in vendita su amazon è molto completo.

5 polizza assicurativa contro il furto

La polizza a copertura del rischio di furto è una delle assicurazioni più diffuse per la protezione delle abitazioni private. Si tratta di una copertura che prevede il risarcimento dei danni determinati dal furto o dalla rapina dei beni materiali presenti in casa.

Vengono stièulate da quasi tutte le compagnie assicurative presenti dul mercato e per ogluna occorre prestare attenzione, prima di stipularla, alle condizioni e a cosa copre effettivamente.

Un accenno lo trovate in questo approfondimento su cosa copre una polizza antifurto.

Infine alcuni consigli

  • Non mettete targhette con indirizzo nel portachiavi di casa per evitare, in caso di smarrimento, che un malintenzionato rintracci immediatamente l’appartamento;
  • Se abitate in case indipendenti illuminate bene le zone e poco visibili dalla strada e adottate un cane;
  • Quando uscite di casa chiudete sempre le finestre e fate credere che qualcuno sia in casa, ad esempio lasciate qualche luce accesa se è di notte o la TV di giorno;
  • Non lasciate mai le chiavi sotto lo zerbino ne in altro luogo rintracciabile;
  • Per assenze prolungate accordatevi con un vicino per ritirare la posta, la cassetta piena salta all’occhio dei ladri.

I miei consigli, per ora, si fermano qui! Se avete domande, volete aggiungere informazioni, o raccontarci la vostra esperienza in merito, potete scrivermi nei commenti oppure inviarmi una mail. Continuate a seguirmi anche sulla mia pagina facebook e condividete i miei articoli per dar modo ad altri di leggerli. Grazie!

Barbara Togni

in questo blog unisco due passioni, il mio passato da agente immobiliare, che oltre ad essere una professione per me era “passione pura”, con quella per la scrittura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.