rassegna stampa

Suggerimentimmobiliari news: 1 giugno 2020

Buongiorno a tutti, eccomi qua!

Continua la rubrica mensile dedicata alla “raccolta stampa” dove condivido con voi alcuni degli articoli a tema immobiliare letti su testate giornalistiche e siti autorevoli che penso possano essere di vostro interesse.

Da alcuni mesi la stampa nazionale, è focalizzata sull’emergenza “coronavirus” pertanto anche gli articoli legati alla casa, ruotano per lo più attorno ad esso ed alle disposizioni assunte per andare incontro ai problemi economici di molti di noi.

Iniziamo subito.

Mutui

Col Decreto Cura Italia il Consiglio dei Ministri ha attivato un fondo di garanzia per permettere la sospensione temporanea del pagamento delle rate dei mutuo.

Questo fondo di garanzia è rivolto a tutti i titolari di prima casa che versano in difficoltà economiche legate alla pandemia. Se inizialmente potevano accedere al fondo solo i titolari di un mutuo prima casa dell’importo massimo di 250.000,00 euro ora, come si apprende da questo articolo del sito fanpage il fondo Gasparrini garantisce mutui fino a 400.000,00 euro.

Per saperne di più potete leggere Mutui ai tempi del coronavirus

Rimanendo in tema mutui, il Coronavirus ha creato una forte instabilità dei mercati economici ed ha fatto precipitare i tassi dei mutui ai minimi storici. inoltre ha quasi azzerato il divario fra Euribor ed Eurirs da rendere il tasso fisso più vantaggioso del variabile, ed entrambi si aggirano sotto all’1%.

Superbonus

Col “Decreto Rilancio” il Governo ha voluto dare una bella spinta ad un settore trainante dell’economia del nostro paese in crisi da anni, l’edilizia. Una spinta che vuol essere un aiuto anche per le famiglie che vogliono ristrutturare casa in ottica green per il risparmio energetico e di coloro che vogliono mettere in sicurezza la loro casa con le norme antisismiche.

Un bonus fiscale del 110% che, come si apprende da questo articolo de LaRepubblica può essere girato come credito d’imposta alle imprese esecutrici dei lavori o alla banca che li finanzia.

Non tutti i lavori edili rientrano nel bonus fiscale del 110%.

Condominio

Il Covid-19 ha interferito anche nella routine condominiale andando a complicare il lavoro degli amministratori che in questo periodo erano impegnati nell’organizzazione delle assemblee per l’approvazione di bilanci.

Con la pandemia in atto ed il divieto di assembramento tutto l’assetto è saltato facendo rinviare a data da destinarsi le riunioni dei condomini.

Dopo mesi di incertezza su come e quando poter procedere con le assemblee se in via telematiche o in presenza, col decreto 33/2020, pubblicato in gazzetta la settimana scorsa, sono state decise delle regole di comportamento per l’esecuzione delle assemblee.

Regole che ahimè non sempre possono essere applicate.

In attesa di norme più specifiche e attuabili vi lascio questo articolo de IlSole24ore.

Anche per oggi è tutto.

Se avete domande, volete aggiungere informazioni, o raccontarci la vostra esperienza in merito, potete scrivermi nei commenti oppure inviarmi una mail. Continuate a seguirmi anche sulla mia pagina facebook e condividete i miei articoli per dar modo ad altri di leggerli. Grazie!

Barbara Togni

in questo blog unisco due passioni, il mio passato da agente immobiliare, che oltre ad essere una professione per me era “passione pura”, con quella per la scrittura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.