SISMA BONUS 2018

Continuiamo ad analizzare ogni capitolo contenuto nel bonus casa varato da palazzo Chigi nella finanziaria di fine 2017. Oggi parliamo del sisma bonus, un capitolo di spesa importante stanziato a causa dei nefasti accadimenti degli ultimi anni.

  • Cos’è il sisma bonus?
  • Cosa cambia con la finanziaria 2018?
  • A chi è destinato?
  • Percentuali
  • Cosa rientra in detrazione
  • Come fare ad avere la detrazione?
Cos’è il sisma bonus

Il sisma bonus è una detrazione fiscale riguardanti i lavori di adeguamento antisismico.  Viene introdotta con la finanziaria 2018 a completamento del bonus terremoto introdotto a giugno 2013 e valido fino a tutto il 2016. Con questa nuova agevolazione il legislatore punta sulla prevenzione, ovvero spera di incentivare, con questo contributo, i proprietari di immobili ad effettuare controlli e adeguamenti  antisismici tali da assicurare la stabilità dei loro immobili siano essi abitativi o produttivi.

Cosa cambia?

Il sisma bonus era già presente nel nostro ordinamento finanziario dal 2013, conosciuto come bonus terremoto, sosteneva le spese di adeguamento antisismico solo per gli immobili ubicati in zone ad alto e altissimo rischio sismico,prevedeva una detrazione del 50% per un massimale di spesa di 96 mila euro.

Da quest’anno e fino al 31 dicembre 2021 cambiano:

  • le percentuali di detrazione: aumentano, ed oltre a quella del 50% vengono introdotte percentuali che vanno dal 70 all’85% secondo i casi specifici.
  • La rateizzazione: passa da 10 a 5 anni. Ciò vuol dire che la detrazione si recupera in 5 anni anziché in 10 come era prima.

Rimane invariato invece il tetto massima di spesa di 96 mila euro comprensivo di spese tecniche.

A chi è destinato?

A tutti i proprietari, usufruttuari, di immobili collocati in zone a rischio sismico 1,2,3 (rispettivamente altissimo, alto e medio rischio). L’agevolazione riguarda sia gli immobili abitativi ( prima e seconde case) sia gli immobili produttivi ed anche i condomini.

Percentuale
  • 50% per i lavori di messa in sicurezza antisismica sia per immobili privati che per parti comuni di immobili condominiali
  • 70% quando i lavori effettuati migliorano di una classe di rischio per immobili privati
  • 80% quando i lavori effettuati migliorano la classe di rischio di due livelli per immobili privati
  • 75% per i lavori effettuati nelle parti comuni degli edifici condominiali che ne riducono il rischio di una classe
  • 85% riguarda sempre le parti comuni dei condomini nei sono stati effettuati lavori che ne riducono il rischio antisismico di due classsi.
Cosa rientra in detrazione
  • Spese di progettazione
  • Prestazioni professionali
  • Messa in sicurezza dell’edificio a livello di impianti elettrici e di riscaldamento
  • Acquisto materiali
  • Esecuzione dei lavori
  • Certificazioni di conformità dei lavori
  • Perizie tecniche
  • Iva e diritti di cancelleria
  • Oneri di urbanizzazione
Come fare ad avere la detrazione?

Il bonus si ottiene indicando nella dichiarazione dei redditi le spese sostenute che devono essere già state pagate e deve essere dimostrato l’avvenuto pagamento al fisco.

Il proprietario dell’immobile deve:

  1. essere in regola con i pagamenti dell’IMU se prevista,
  2. Aver ottenute tutte le autorizzazioni necessarie (Comune  e Asl – quest’ultima non sempre è richiesta)
  3. deve presentare al commercialista o al Caf che gli compila la dichiarazione dei redditi copia delle fatture e dei bonifici di pagamento.
  4. deve aver effettuato tutti i pagamenti con bonifico parlante indicante la giusta causale.

N.B. se l’immobile è cointestato a più persone vale quanto scritto nell’articolo della settimana scorsa (bonus ristrutturazione)

Conclusioni

Eccoci qua… anche per oggi è tutto, spero di essere stata abbastanza esplicita, ma come vi ho detto nei precedenti articoli, il campo fiscale non mi fa grande simpatia.

Rimango a vostra disposizione per ulteriori informazioni o chiarimenti, potete contattarmi qui oppure lasciare un messaggio nel box qui sotto. Inoltre se avete degli argomenti che vi piacerebbe che io trattassi nei miei articoli potete segnalarmeli e sarà mia cura svilupparli nel più breve tempo possibile.

Vi ricordo che ogni lunedì si parla di locazioni ed ogni giovedì di compravendita, continuate a seguirmi anche sulla mia pagina facebook e condividete i miei articoli per dar modo ad altri di leggerli. Grazie!

Altri argomenti che potrebbero interessarvi:

eco-bonus

bonus casa

 

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.