risparmio energetico

RISPARMIO ENERGETICO IN CASA: CONSIGLI UTILI

Domani 6 marzo 2020, torna M’illumino di meno, la giornata organizzata da Caterpillar ( trasmissione di radio Rai 2) dedicata al risparmio energetico. Da 15 anni i conduttori di Caterpillar chiedono ai radio ascoltatori di spegnere le luci e ridurre i consumi.

Una giornata dedicata al risparmio di fonti energetiche quali petrolio, metano, ed altri materiali fossili.

Il risparmio energetico è importante non solo per il nostro portafogli, ma è anche una scelta ecologica, ridurre i consumi energetici riduce anche le emissioni di Co2 in atmosfera. Questo è importante per la salvaguardia del pianeta che da qualche anno, con i cambiamenti climatici, inizia darci segni tangibili di quanto lo stiamo deturpando con i nostri comportamenti.

Ed è proprio in occasione di questa giornata che ho pensato di scrivere un articolo sul risparmio energetico, puntando l’attenzione su cosa possiamo fare noi singoli cittadini a partire dalle nostre case.

Giornata del risparmio energetico: perchè?

Dalla seconda guerra mondiale ad oggi, la società si è evoluta cambiando radicalmente le proprie abitudine e questa evoluzione legata alla velocità con cui viviamo, ci ha resi dipendenti all’uso di energia sia per le industrie e attività produttive varie che nelle nostre abitazioni.

Da qualche decennio ci si sta rendendo conto che le risorse fino ad ora utilizzate per produrre energia sono esauribili ed inquinanti.

Da quel momento ci si è posti due problemi:

  1. trovare fonti energetiche alternative, rinnovabili e non inquinanti
  2. abbattere i consumi energetici.

Nuove fonti energetiche rinnovabili e non inquinanti sono quelle prodotte dal vento ( energia eolica) dall’acqua (idroelettrica) e dal sole.

Per promuovere la riduzione dei consumi nel 2004 è stata istituita la giornata internazionale del risparmio energetico dove vengo consigliati accorgimenti tali da diminuire gli sprechi energetici.

Migliorare l’efficienza energetica in casa

Per ridurre i consumi in casa bisogna impegnarsi su due fronti, quello:

  1. che possiamo fare con le nostre azioni quotidiane,
  2. migliorare l’efficienza energetica della casa.

Con “migliorare l’efficienza energetica” intendo mettere in atto tecniche, apportare modifiche in grado da ridurre i consumi energetici.

Per far questo le cose da fare sono:

  • intervenire sull’involucro esterno,
  • sostituire gli impianti esistenti con impianti a basso consumo,
  • installare un sistema di domotica.

Intervenire sull’involucro

Uno degli interventi più consigliati, specie nelle case “vecchie”, è di coibentare l’immobile attraverso l’uso del “cappotto” alle pareti e l’isolamento del tetto o del sottotetto.

Importante è anche la sostituzione di infissi, porte e finestre che non sigillano bene e provocano una grande dispersione termica con conseguente aumento dei consumi. In commercio si sono finestre a doppio o triplo vetro con riempimento ad argon per migliorare la tenuta termica del vetro stesso.

Impianti a basso consumo

Gli impianti di riscaldamento e di raffrescamento, e quelli di produzione di acqua calda, installati da molti anni non tenevano conto del risparmio energetico, per cui possono essere sostituiti con impianti più performanti.

Attualmente in commercio se ne trovano ad alta efficienza energetica con alimentazione anche diverse dal classico gas, ad esempio a biomassa, e in certe zone, nei condomini più evoluti viene adottato il teleriscaldamento.

Sistema di domotica

La domotica è un sistema che permette di controllare da remoto tutti gli impianti ( compreso quello di sicurezza) ed elettrodomestici della casa. Questo permette ad esempio di accendere il riscaldamento o il raffrescamento in casa quando si sta per rientrare in modo da ridurre i consumi.

Agevolazioni fiscali

Tutti gli interventi atti a migliorare le prestazioni energetiche di un edificio beneficiano di uno sconto fiscale, l’ECO-bonus.

L’eco bonus è un’agevolazione fiscale introdotta dal governo italiano nel 2007 a seguito del protocollo di kyoto a favore di tutti coloro effettuano lavori per ridurre i consumi energetici. L’agevolazione fiscale consiste in una detrazione fiscale di percentuale variabile in base al tipo di lavoro che viene effettuato. Questa detrazione consiste in uno sconto fiscale Irpef recuperabile in 10 rate annuali.

Per saperne di più vi invito a leggere quanto ho scritto precedentemente nell’articolo Eco-bonus 2020 ( inserire link)

Consigli utili per risparmiare energia elettrica in casa

Sicuramente consigli banali ma che aimè, nonostante siano di facile attuazione sono ancora in pochi ad attuare.

  • utilizzare lampadine a basso consumo o al LED
  • prestate attenzione a non lasciare la luce accesa nelle stanze non utilizzate
  • di giorno preferire la luce naturale proveniente dall’esterno
  • staccare tutte le spine degli elettrodomestici quando non si usano
  • non lasciare apparecchi in stand-by
  • spegnere computer e wifi di notte
  • evitare l’uso superfluo di piccoli elettrodomestici
  • per i grandi elettrodomestici ( frigorifero, congelatore, lavatrice lavastoviglie, asciugatrice, forno ecc) preferire apparecchi in classe A++ che funzionano con consumi energetici e di acqua nettamente inferiore rispetto a quelli tradizionali
  • utilizzare lavatrice e lavastoviglie solo a pieno carico
  • preferire l’asciugatura all’aria aperta rispetto all’asciugatrice
  • tenere il frigorifero lontano da fonti di calore consente un minor risparmio di elettricità per raffreddare i cibi
  • prestare attenzione a tenere le porte del frigorifero ben chiuse ed evitare di aprirle continuamente
  • utilizzare i condizionatori solo se necessario senza abusarne
  • effettuare annualmente la pulizia dei filtri

Consigli utili per risparmiare il riscaldamento in casa

  • evitare le dispersioni termiche mettendo para-spifferi vicino porte e finestre
  • effettuare la manutenzione e pulizia annuale della caldaia per renderla più efficiente
  • eliminare residui di aria da dentro i termosifoni per renderli più efficienti
  • installare un termostato ambiente e programmare la temperatura all’interno di casa a 19 gradi
  • tenete i termosifoni liberi da oggetti che possano ostacolarne la percezione del calore.
  • chiudere persiane o tapparelle di notte

Piantare un albero

M’illumino di meno ogni anno promuove un’iniziativa ambientale atta a ridurre il cambiamento climatico.

Quest’anno la proposta è quella di piantare un albero perchè

[…] gli alberi si nutrono di anidride carbonica. Gli alberi sono lo strumento naturale per ridurre la principale causa dell’aumento dei gas serra nell’atmosfera terrestre e quindi dell’innalzamento delle temperature. Gli alberi e le piante emettono ossigeno, filtrano le sostanze inquinanti, prevengono l’erosione del suolo, regolano le temperature. […]

sito raiplayradio.it pagina caterpillar M’illumino di meno

Come possiamo nel nostro piccolo aderire a questa iniziativa?

Non tutti hanno la possibilità di piantare un albero, ma sicuramente tutti abbiamo la possibilità di mettere una pianta sul balcone o sul davanzale della finestra. Una pianta qualsiasi, sia essa una pianta da fiore, una pianta aromatica da poter utilizzare in cucina o quant’altro. Un semplice gesto che nel suo piccolo, se fatto da tante persone, può fare molto.

Facebook Comments

Barbara Togni

in questo blog unisco due passioni, il mio passato da agente immobiliare, che oltre ad essere una professione per me era “passione pura”, con quella per la scrittura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.