coronavirus: effetti sul mercato immobiliare

CORONAVIRUS: GLI EFFETTI SUL MERCATO IMMOBILIARE

Il coronavirus cade come un fulmine a ciel sereno sul mercato immobiliare italiano e non solo. Abbiamo chiuso il 2019 ottimisti, nessuno si aspettava questa brusca frenata.

Ad un mese dall’inizio dell’epidemia le regioni trainanti come Lombardia ed Emilia Romagna stanno segnando un calo numerico di circa il 7% e questo è solo l’inizio.

A causa del coronavirus la decisione di acquistare casa è passata in secondo piano, lasciando spazio a decisioni e problematiche più importanti.

Se si pensa che l’Italia è stata dichiarata tutta zona rossa e che si può uscire di casa solo per motivi di salute, lavoro e cibo, il cercar casa diventa motivo futile per cui fino a quando, questa crisi sanitaria non sarà superata, il numero di compravendite sarà quasi azzerato.

Differente invece è l’andamento dei prezzi che rimangono stabili per quanto riguarda la vendita ed in leggero aumento per quanto riguarda le locazioni.

Per quanto riguarda il mercato delle locazioni, il virus covid 19 sta mettendo a dura prova anche il settore delle locazioni brevi che nel giro di pochi giorni hanno azzerato completamente le prenotazioni turistiche.

Cosa ci auguriamo?

L’augurio che tutti gli esperti del settore immobiliare si fanno è che questa pandemia non vada a spegnere il fuoco sotto la cenere; che una volta superata l’emergenza, la voglia di comprare casa degli italiani non si fermi, anzi che faccia un balzo in avanti tale da recuperare lo stop del momento.

Nel frattempo

Per oggi è tutto. Vi terrò informati sull’evolversi dell’emergenza dal punto di vista immobiliare e sui nuovi provvedimenti del governo.

Se avete domande, volete aggiungere informazioni, o raccontarci la vostra esperienza in merito, potete scrivermi nei commenti oppure inviarmi una mail. Continuate a seguirmi anche sulla mia pagina facebook e condividete i miei articoli per dar modo ad altri di leggerli. Grazie!

Facebook Comments

Barbara Togni

in questo blog unisco due passioni, il mio passato da agente immobiliare, che oltre ad essere una professione per me era “passione pura”, con quella per la scrittura

6 Comments

  • Speriamo davvero che tutto questo finisca quanto prima, anche se probabilmente per ritornare alla stabilità bisognerà aspettare un po’ di mesi. Ovvio che per certi settori, come quello immobiliare, la situazione è più critica delle altre ma credo, e spero, che da questa esperienza usciremo più rigenerati e più propensi a cogliere le cose belle della vita come può essere anche l’acquisto di una nuova casa!

  • Barbara ahimè vedremo solo dopo questo periodo come il mercato reagirà. Lo stop potrebbe in effetti dettare una prioritizzazione di altre cose ed una lenta ripresa del mercato (anche immobiliare). Sicuramente un immobile è sempre un ottimo modo per ripartire.

    • Ciao vittoriz grazie del tuo contributo
      L’unica cosa che fa ben sperare sono i mutui a tasso fisso a 30 anni sotto l’1%.
      Poi si vedrà. .. di sicuro una botta incredibile

  • Negli ultimi giorni ho iniziato a stare un po’ in pensiero. Per quest’anno avevo in programma di passare in Italia per comprare un appartamento. Il prezzo era già fissato, spero che il venditore non si tiri indietro. Sempre una volta che il virus sarà debellato, s’intende. Attenderò i tuoi aggiornamenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.