BONUS MOBILI: COSA SI DETRAE?

Alla fine anche il bonus mobili è stato prorogato di un altro anno. Dopo un lungo tira e molla che sembrava propendere per l’eliminazione di questa agevolazione fiscale, con uno scatto dell’ultimo minuto il governo ha riconfermato per un altro anno questa detrazione. Vediamo insieme:

  • Cos’è il bonus mobili
  • Come ottenerlo
  • Cosa rientra in detrazione e cosa non  rientra?
  • Cosa rientra e cosa no, nella detrazione?
  • Percentuali e detrazioni massima
  • Come fare ad avere la detrazione?
Cos’è il bonus mobili?

Il bonus mobili è un’agevolazione fiscale concessa per coloro che, a seguito di una ristrutturazione, acquistano anche gli elettrodomestici  ad alta efficienza energetica e mobili nuovi. Questi arredi devono essere acquistati nel 2018.

Per poter usufruire della detrazione Irpef prevista , per l’anno 2018, occorre aver ristrutturato un immobile residenziale a partire dal 1 gennaio 2017 ed acquistare gli arredi entro il 31 dicembre 2018.

Come ottenerlo

I passaggi essenziali per usufruire del bonus mobili sono tre:

Ristrutturare l’immobile, acquistare gli arredi e chiedere il rimborso.

I lavori che danno la possibilità di accedere alle detrazioni sono lavori di straordinaria manutenzione, ristrutturazione edilizia, restauro e risanamento conservativo, mentre non danno diritto al bonus i lavori di ordinaria manutenzione come rifacimento intonaco, tinteggiatura, sostituzione pavimenti, sanitari, infissi ecc.

Non danno diritto al bonus mobili  neanche i lavori rientranti nell’eco-bonus.

Mi raccomando, non confondetelo con i lavori di ristrutturazione se no non avrete diritto al rimborso.

Cosa rientra e cosa no, nella detrazione?

 Mobili nuovi:

Rientrano: tutti gli arredi di una casa, letti,  materassi, armadi, comodini,  librerie, tavoli, sedie, divani, poltrone,  credenze, lampadari ecc.

Non rientrano: porte, finestre, parquet, tendaggi e altri complementi di arredo.

Elettrodomestici:

rientrano nel bonus: tutti i grandi elettrodomestici (frigoriferi, congelatori, lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie, piani cottura, forni, ventilatori,  condizionatori ecc. )di classe A+ e superiori, i forni dii classe A rientrano nelle agevolazioni.

Non rientrano : elettrodomestici di classe energetica inferiore a quelle specificate.

Inoltre rientrano nelle detrazioni le spese di trasporto dei beni acquistati.

Percentuali e detrazioni massima

La percentuale di detrazione è pari al 50% della spesa sostenuta che non deve essere superiore ai 10 mila euro. La detrazione viene rimborsata in 10 anni.

Come anzidetto, rientrano in detrazione solo gli arredi acquistati nel 2018 a seguito di lavori di ristrutturazione iniziati nel 2017. Lo stesso discorso valeva anche per lo scorso anno, ovvero gli arredi acquistati nel 2017 dovevano essere preceduti da lavori di ristrutturazione iniziati nel 2016.

Importante: gli arredi acquistati, rientrano in detrazione, anche se acquistati per un immobile diverso a quello ristrutturato.

Inoltre se un contribuente è proprietario di più immobili, sui quali esegue lavori di ristrutturazione, avrà diritto al bonus mobile per più unità immobiliari.

Come fare ad avere la detrazione?

Partendo dal presupposto che per avere le detrazioni  fiscali occorre aver fatto lavori di ristrutturazione edilizia prima dell’ acquisto degli arredi, per avere le agevolazioni occorre indicare nella dichiarazione dei redditi le spese sostenute e dimostrare, l’avvenuto pagamento.

I pagamenti devono essere fatti tramite bonifico bancario o carta di credito, ( assegno, contanti o bancomat non sono consentiti).

Inoltra ai fini fiscali vanno conservate:

  • ricevuta  del bonifico o della transazione della carta di credito
  • fattura di acquisto o ricevuta con indicato codice fiscale dell’acquirente, in entrambe devono essere  specificate i beni acquistati e la sua quantità.
Conclusioni

Eccoci qua… Anche per oggi è tutto. Vi lascio il link della guida “bonus mobili ed elettrodomestici” dell’agenzia delle entrate che è chiara ed esplicativa.

Rimango a vostra disposizione per ulteriori informazioni o chiarimenti, potete contattarmi qui oppure lasciare un messaggio nel box qui sotto. Inoltre se avete degli argomenti che vi piacerebbe che io trattassi nei miei articoli potete segnalarmeli e sarà mia cura svilupparli nel più breve tempo possibile.

Vi ricordo che ogni lunedì si parla di locazioni ed ogni giovedì di compravendita, continuate a seguirmi anche sulla mia pagina facebook e condividete i miei articoli per dar modo ad altri di leggerli. Grazie!

Altri argomenti che potrebbero interessarvi

 

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.