BOLLETTE: 5 TRUCCHI PER RIDURRE I CONSUMI E RISPARMIARE SULLE BOLLETTE

BOLLETTE: 5 TRUCCHI PER RIDURRE I CONSUMI E RISPARMIARE

E’ arrivato l’autunno, le giornate si fanno via via più corte, le temperature si abbassano e le bollette elettriche e del gas aumentano. Tutti gli anni ad inizio ottobre titoloni sui giornali annunciano il rincaro delle tariffe

Come fare allora per consumare meno energia e risparmiare sulle bollette? Lo vediamo insieme in queste poche righe che seguono.

1 Uso corretto degli elettrodomestici

In commercio ce ne sono di tante marche e di tanti prezzi, risparmiare sull’acquisto non sempre costituisce un vero risparmio. Quando si acquista un nuovo elettrodomestico occorre verificare la sua classe energetica, A++ è quella che ne tempo fa avere maggiore risparmio sia in termini di costi che di risorse energetiche e sviluppa meno inquinamento.

I grandi elettrodomestici sono quelli che consumano di più e per i quali occorre utilizzarli con criterio.

  • Preferite i lavaggi “ECO” per lavatrice e lavastoviglie e sempre e solo a pieno carico;
  • non tenete aperto il frigorifero per un tempo prolungato;
  • quando è possibile e la stagione lo permette evitate l’utilizzo dell’asciugatrice;
  • quando utilizzate il climatizzatore evitate temperature troppo alte o basse rispetto alla temperature presente;
  • prestate le dovute manutenzioni agli elettrodomestici e accertatevi del loro perfetto funzionamento, vi aiuta a consumare meno energia;
  • non lasciate gli elettrodomestici come TV o stereo in stand by o il caricatore del cellulare attaccato alla presa elettrica continuano a consumare energia anche da spenti

2 Quali lampadine scegliere

L’impianto di illuminazione rappresenta dal 12 al 15% dei consumi elettrici di una casa, per cui non vanno sottovalutati.

Per risparmiare sulla spesa di energia elettrica prestate attenzione anche alle lampadine che si utilizzate.

Le lampadine al LED, al momento rappresentano un ottima scelta per abbassare i consumi, anche se il prezzo di acquisto è più elevato rispetto alla altre. Permettono infatti di risparmiare fino al 90% dell’energia consumata da una lampadina di vecchia generazione.

Anche le lampade a basso consumo sono da preferire rispetto alle lampadine classiche.

3 Come ridurre il consumo di gas

In termini economici il gas utilizzato per il riscaldamento rappresenta la parte più importante delle spese per le utenze domestiche, vediamo come poter contenere il suo consumo e la sua spesa:

  • regolare la temperatura in casa sui 18, massimo 20 gradi;
  • non coprite i termosifoni, manteneteli puliti dalla polvere e prima del loro utilizzo eliminate tutta l’aria presente nell’impianto. Questo permetterà una maggiore efficienza;
  • installate dove possibile valvole termostatiche (nei condomini a riscaldamento centralizzato sono già obbligatorie) e regolate la temperatura desiderata in ogni singola stanza;
  • manutenzione e pulizia della caldaia sono obbligatorie per legge ma, un perfetto funzionamento della caldaia consente anche di risparmiare sulla bolletta;
  • installare un termostato ambientale ed impostare la temperatura in base alla fruizione di ogni singolo ambiente aiuta a risparmiare. Se siete fuori tutto il giorno basta programmare l’accensione della caldaia mezzora, o un ora prima del vostro arrivo, vi permetterà di risparmiare parecchi soldini;
  • aerare la casa ogni giorno per qualche ora, ma poi chiudere e accertarsi che non vi siano spifferi o altre fonti di dispersione di calore;
  • se dovete sostituire gli infissi preferite quelli a taglio termico, vi permettono un maggior risparmio energetico.

Vi ricordo che il superbonus 110% può essere utilizzato sia per sostituire una vecchia caldaia che gli infissi di casa e ciò comporterà un grande risparmio. Per saperne di più vi invito a leggere la Guida al superbunus 110%

4) Acqua bene prezioso, non sprechiamolo

L’acqua va risparmiata non tanto per il costo in bolletta, ma perché rappresenta un bene prezioso per la nostra esistenza e non va sprecato, specie quella potabile che arriva nelle nostre case.

La prima cosa da fare per ridurre il consumo di acqua è mettere un riduttore di flusso in tutti i rubinetti. Il riduttore costa pochi euro, si trova in qualsiasi ferramenta e va inserito al posto del frangigetto. Esso miscela acqua e aria riducendone il consumo senza influire sulla sua pressione ed il getto rimane invariato.

Fate attenzione alle perdite, la gocciolina che scende da un rubinetto, o la vaschetta del wc che perde provoca consumi fino a 35 mila litri all’anno.

5) Scegliere la tariffa

Con l’avvento del libero mercato, in commercio sono presenti diversi operatori che presentano ognuno la sua offerta.

Chiedete diversi preventivi e valutate il fornitore che più rispecchia le vostre esigenze in base alle vostre abitudini di consumo.

Vi ricordo che si possono trovare tariffe:

  • orarie;
  • biorarie;
  • prezzo bloccato.

Barbara Togni

Collaboratrice dal 1997 di un noto gruppo immobiliare a livello nazionale, ne esco amministratore di filiale nel 2001 per aprire un’agenzia tutta mia che chiudo, per motivi famigliari, uniti alla crisi del settore, a fine 2012. Nel 2017 decido di rimettermi in gioco mettendo tutta la mia esperienza di agente immobiliare a servizio di coloro che cercano consigli in questo campo, dando vita a questo blog che si occupa della casa a 360 gradi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.